Oltre 2000 pellegrini con l’Unitalsi nazionale

Numerosi altri gruppi nel week end che precede la visita del Papa

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

La giornata di oggi è stata caratterizzata dal passaggio di oltre 200 pellegrini dell’Unitalsi nazionale. Tra gli accompagnatori mons. Giovanni D’Ercole, vescovo di Ascoli Piceno, storico conduttore radio-televisivo di emittenti cattoliche. Tra i gruppi più numerosi quello della parrocchia di Chiari, vicino Brescia, accompagnato da don Fabio Montinelli: «Per noi il significato di questa visita è quello di mettere davanti alla sofferenza la sofferenza di Cristo – ha affermato il parroco –  Il Volto che ci guarda rispecchia l’amore di Dio nella nostra vita ed è quello sofferente di Colui che ci ama».

Gli altri gruppi

Oggi sono passate alla Sindone 50 persone, provenienti da Carrara, accompagnate da padre Andrea Graziosi, della parrocchia Maria SS. Mediatrice di Avenza, il quale ha detto: «Quello col Telo è un evento di fede e di incontro che ci ricorda ciò che Gesù ha vissuto. Inoltre, questa ostensione assume un significato particolare, in quanto celebrata nel bicentenario della nascita di Don Bosco, che ha dato la sua vita per educare la gioventù. L’amore più grande vissuto dal santo salesiano e il richiamo dell’amore di Gesù ci portano a domandarci se anche noi stiamo riuscendo a trasmettere questo amore ai nostri giovani».

50 Amici della Via Francigena da Vercelli, dai 60 agli 80 anni, hanno iniziato il pellegrinaggio giovedì per terminarlo questa sera dopo la visita alla Sindone.

Un gruppo formato da 150 fedeli della Diocesi di Vittorio Veneto e guidato dal parroco don Roberto Bischer.

Un gruppo di 60 pellegrini delle parrocchie di Ravenna guidato da don Gabriel Kakpo.

La Congregazione delle Suore della Misericordia di San Carlo Borromeo dalla Polonia e’ giunta oggi a visitare la S. Sindone.

170 pellegrini sono arrivati da San Donà di Piave accompagnati da Don Lorenzo Piola.