Il percorso scientifico

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
La storia della ricerca scientifica inizia oltre un secolo fa, nel 1898, e da allora ricercatori di varie discipline hanno tentato di “leggere” la Sindone e la sua immagine, per cercare di svelarne i misteri.

Nel Museo sono esposte le lastre ufficiali delle riprese fotografiche effettuate nel 1898 da Secondo Pia e quelle scattate nel 1931 da Giuseppe Enrie. Da esse presero il via tutte le indagini scientifiche successive, che vengono documentate nel Museo, culminate nella stupefacente immagine tridimensionale del volto dell’Uomo della Sindone elaborata nel 1978 dall’equipe guidata da Giovanni Tamburelli.
Ampio spazio è dedicato ad ulteriori studi: sul tessuto e la sua tessitura, sulle microtracce (pollini, sangue, aloe, mirra, aragonite…), sulle indagini medico-legali, sulle impronte delle monete lasciate sul Lenzuolo, sull’analisi iconografica.
Di grande rilievo scientifico è la raccolta delle tele utilizzate dai ricercatori per spiegare la formazione dell’immagine sindonica.
Le tele sono il frutto degli esperimenti di Paul Vignon effettuati all’inizio del secolo, di G. Judica Cordiglia e R. Romanese negli anni ’40, di S. Rodante negli anni ’70-’90 e di P. Baima Bollone negli anni ’80.