Happening degli oratori e dei giovani

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Venerdì 12 giugno alle 12 presso il Seminario Metropolitano di Torino in via XX Settembre 83 si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’Happening degli oratori e dei giovani, in programma dal 19 al 22 giugno, per gli incontri con Papa Francesco.
 
I ragazzi di Torino, del Piemonte e di tutta Italia incontreranno, infatti, il Papa attraverso un percorso di quattro giorni in stile di mini-gmg alla riscoperta della passione educativa. L’Happening è rivolto in particolar modo ai giovani e agli adolescenti di oratori, parrocchie, associazioni, congregazioni, movimenti, gruppi giovanili e, per la giornata di domenica, anche ai ragazzi e ai bambini. Il coordinamento dell’incontro è affidato alla Pastorale Giovanile diocesana e salesiana attraverso il progetto «Turin for Young 2015» (www.turinforyoung.it).
 
Sono intervenuti:

– l’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia, Custode pontificio della Sindone
– don Luca Ramello, direttore della Pastorale giovanile della diocesi di Torino
 
Mons. Nosiglia ha sottolineato come “l’Happening si inserisca nella scelta di porre al centro i giovani, soggetti insieme ai malati e ai sofferenti cui l’Ostensione 2015 è particolarmente rivolta”. “L’Amore più grande – ha evidenziato – è il segreto della felicità per le giovani generazioni, un invito a superare ogni forma di scoraggiamento. Anche Papa Francesco – ha commentato – ha messo al centro i giovani nel programma della sua visita a Torino: in piazzetta Reale verrà salutato da un giovane lavoratore, pranzerà con i giovani detenuti del carcere minorile “Ferrante Aporti”, incontrerà gli educatori degli oratori a Valdocco e il mondo giovanile in piazza Vittorio al pomeriggio, durante la Messa del mattino un giovane disabile leggerà le preghiere dei fedeli ed una coppia di giovani sposi porterà i doni all’offertorio. I giorni dell’Happening – ha concluso – vogliono dunque favorire esperienze di amicizia e incontri fra giovani provenienti da tutta Italia ed anche dall’Europa”.

In allegato la cartella stampa: