Archivi della categoria: Liturgia per la festa della Sindone

Dal 1578, quando il Duca di Savoia Emanuele Filiberto ne curò il trasferimento da Chambéry, Torino custodisce nella Cappella collegata al Duomo, e dal 2000 nel Duomo stesso, l’eccezionale immagine che viene ritenuta tradizionalmente la Sindone evangelica. Ricerche scientifiche, anche recenti, non sembrano infirmare i dati della tradizione: studi e rilievi fotografici hanno svelato nelle impronte sindoniche la figura di un uomo con i segni della crocifissione. Il culto e la devozione alla Sindone si riferiscono, come quelli di ogni altra «reliquia» o raffigurazione della passione, alla persona divina del Redentore. Ci richiamano, sull’esempio offertoci particolarmente da san Carlo Borromeo, da san Francesco di Sales, dal beato Sebastiano Valfrè, alla meditazione dell’amore di Cristo, crocifisso e risorto per la nostra salvezza.

«Raccolti d’intorno a così prezioso e pio cimelio, crescerà in noi tutti, credenti o profani, il fascino misterioso di Lui e risuonerà nei nostri cuori il monito evangelico della sua voce, la quale ci invita a cercarlo poi là dove Egli ancora si nasconde e si lascia scoprire, amare e servire in umana figura»
(Paolo VI, 23 novembre 1973).
L ‘inno può essere scelto tra quelli del Tempo pasquale oppure tra i canti del
Repertorio regionale o di altre raccolte approvate.

Messa

4 maggio VENERAZIONE DELLA SINDONE Memoria   Dal 1578, quando il duca di Savoia Emanuele Filiberto ne curò il trasferimento da Chambéry, la città di Torino custodisce nella Cappella adiacente al Duomo l’eccezionale reliquia, che viene ritenuta tradizionalmente la Sindone evangelica. Ricerche scientifiche, anche recenti, non sembrano infirmare i dati della tradizione: studi e rilievi fotografici hanno svelato nelle impronte sindoniche la figura di un … Continua a leggere »

Nobile Icona

Inno ufficiale della Santa Sindone (cf Omelia di Giovanni Paolo II)

  1. Nobile icona del Figlio trafitto, servo obbediente dal Padre esaltato: mostra le stimmate del suo patire, denso mistero di morte e d’amore.   Rit. Figlio di Dio per noi crocifisso! Dalla tua croce siamo salvati, dalle tue piaghe siamo guariti.   2. Specchio evangelico della passione del Redentore che ha dato la vita: fragile immagine d’ogni soffrire dona conforto all’umano dolore.   3. … Continua a leggere »

Lodi Mattutine

LETTURA BREVE Eb 2, 9-10 Vediamo Gesù coronato di gloria e di onore a causa della morte, che ha sofferto, perché per la grazia di Dio egli sperimentasse la morte a vantaggio di tutti. Ed era ben giusto che colui, per il quale e dal quale sono tutte le cose, volendo portare molti figli alla gloria, rendesse perfetto mediante la sofferenza il capo che li … Continua a leggere »

Vespri

VESPRI     LETTURA BREVE Gal 5,24-25 Quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la loro carne con le sue passioni e i suoi desideri. Se pertanto viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito.   RESPONSORIO BREVE R. Cristo ci ama, ci ha liberati con il suo sangue. * Alleluia, alleluia. Cristo ci ama, ci ha liberati con il suo sangue. Alleluia, alleluia. … Continua a leggere »

Ufficio delle Letture

INVITATORIO   Ant. Venite, contempliamo la passione del Signore, esaltiamo la sua risurrezione. Alleluia. ______________________________________________   1. SECONDA LETTURA Dagli Inni di Simeone, nuovo teologo (SC 174, 451)   Ti rendo grazie, re giusto e compassionevole, perché hai sofferto per noi   Ti rendo grazie, Signore, ti rendo grazie, Unico! tu che scruti i cuori, re giusto e compassionevole. Tu che non potevi soffrire, hai … Continua a leggere »