Santa Sindone

sito ufficiale



 Santa Sindone » Vita di fede » Testi per meditare » Antologia spirituale 
Antologia spirituale   versione testuale

"Tu sei il più bello dei figli dell'uomo"
Salmo 44,3
 
"Guardalo in sordide vesti, livido e piagato, coperto di sputi, con pallore di morte... ma domanda anche agli apostoli come lo hanno visto sul monte o agli angeli sotto quale aspetto desiderano tanto vederlo e ti stupirai della sua bellezza"
Bernardo, Super cantica, 25, 9 opera Omnia
 
"Gesù Cristo è il nostro pontefice, il suo prezioso corpo è il nostro sacrificio, che egli ha immolato sull'altare della croce per la salvezza di tutti gli uomini"
S. Giovanni Fisher
 
"Che cos'è la bellezza? Guardate il carbone e il cristallo. Il carbone e il cristallo chimicamente sono lo stesso, perché il carbone è brutto e il cristallo è bello? Perché il carbone fissa tutta l'attenzione a se stesso, mentre nel cristallo si vede il sole e tutta la luce: attraverso di esso si vede qualche altra cosa, superiore a questo, la fa bella"
Soloviev
 
"Sì, il volto di Gesù è luminoso, ma è già così bello tutto ricoperto di ferite e di lacrime, che sarà mai quando lo vedremo nel cielo?"
"Gesù brucia d'amore per noi. Contempla il suo volto adorabile... Contempla Gesù nel suo volto... là vedrai come ci ama"
S. Teresina, Lettere
 
"Le sue pecore troveranno i pascoli, perché chiunque segue Gesù con cuore semplice è nutrito con il cibo dei campi eterni. E quali sono i pascoli di queste pecore se non le gioie spirituali del paradiso nel quale la primavera è eterna? Pascolo degli eletti è il volto sempre presente di Dio che, contemplato senza intermissione, sazia l'anima con un cibo che non viene mai meno"
Gregorio Magno, Homilia in Evangelium 14, 3-6, PL 76, 1
 
"Signore perdonami, io ho paura di incontrare il tuo volto, perché so bene che, se lo incontrerò, non potrò più fuggire, ma dovrò bere al calice. Poiché tu mi apparirai coronato di spine e coperto di sangue, inchiodato al legno della croce; e io sarò ripreso da questo amore esigente e fedele, non potendo più fuggire il mio dolore, sottrarmene, senza arrossire come di una diserzione"
P. Lyonnet, Preghiere per il tempo della malattia
 
"Il Signore è il nostro specchio
aprite gli occhi e volgetevi a lui,
osservate come sono i vostri volti!
Glorificate altamente il suo Spirito!
Togliete lo sporco dai vostri visi,
amate la sua santità e rivestitevene,
siate irreprensibili al suo cospetto. Alleluia!"
Odi di Salomone, 13
 
"Contemplare e gustare la bellezza di Dio, esserne rapito, è un'esigenza dello spirito: è la sua vita, il suo paradiso... L'anima si volge con gioia su quel che, in quanto la circonda, le sembra esserne un riflesso, o inventa o produce opere nelle quali spera si presenti l'immagine che ha intravisto"
Teofane il recluso
 
"Il Verbo, Cristo Signore, datosi a noi interamente ci fa dono della sua visita. Egli promette di restarci ininterrottamente vicino. Per questo dice: "Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo"
S. Atanasio
 
"Se sei Giuseppe d'Arimatea, richiedi il corpo a colui che lo ha crocifisso, assumi cioè quel corpo e rendi tua propria, così, l'espiazione del mondo. Se sei Nicodemo, il notturno adoratore di Dio, seppellisci il suo corpo e ungilo con gli unguenti di rito, cioè circondalo del tuo culto e della tua adorazione. E se tu sei una delle Marie, spargi al mattino le tue lacrime. Fa' di vedere per prima la pietra rovesciata, va' incontro agli angeli, anzi allo stesso Gesù"
S. Gregorio Nazianzeno
 
"Nel momento in cui tutti gli sguardi sono fissi su di lui e in cui egli stesso posa il proprio su miriadi innumerevoli, mantenendo i suoi occhi sempre fissi in una posizione immutabile, ognuno ha l'impressione di essere visto da lui, di godere della sua conversazione e di essere abbracciato da lui, di modo che nessuno possa lamentarsi di essere negletto"
Simeone nuovo teologo, Ethique III, 325-330, SC122
 
"Si può forse descrivere Dio a quelli che non possono vederlo? Ma la sua forma è indicibile, inesprimibile, perché è invisibile agli occhi della carne. Se io dico ch'egli è luce, parlo di qualcosa che è prodotto. Se lo chiamo Verbo parlo del suo principio"
Teofilo di Antiochia, P.G.,6, coll. 1024-1036
 
"A tutti i cercatori del tuo volto
mostrati, Signore;
a tutti i pellegrini dell'assoluto,
vieni incontro, Signore;
con quanti si mettono in cammino
e non sanno dove andare
cammina Signore"
Turoldo D. M.
 
"Chi venera veramente la passione del Signore contempli Gesù crocifisso con gli occhi del cuore, in modo da riconoscere che la carne di Gesù è la carne nostra"
Leone Magno, Sermoni, LXVI