Santa Sindone

sito ufficiale



 Santa Sindone » Ostensioni » Documenti » L'annuncio dell'Ostensione del 1933 
L'annuncio dell'Ostensione del 1933   versione testuale

Venerati Fratelli e figli dilettissimi,
 
in capo a questo stesso numero della "Rivista" sono pubblicati il discorso del S. Padre in risposta agli auguri natalizi del Sacro Collegio, e la Bolla d'indizione dell'Anno Santo straordinario a ricordo del XIX Centenario della Redenzione del genere umano.
Riserbandomi di trattare nel prossimo mese di questo argomento della massima importanza, quale è il Giubileo straordinario concesso per commemorare i grandi misteri della nostra Redenzione non posso tardare ad annunciarvi un avvenimento, che riempirà l'anima vostra di tanta consolazione.
Appena la radio diffuse per il mondo l'augusta parola del S. Padre, che invitava tutti i cattolici a commemorare il centenario della istituzione della SS. Eucarestia, della Passione e Morte, della Risurrezione ed Ascensione di N. S. al Cielo, della Discesa dello Spirito Santo e della fondazione della Chiesa, il pensiero andò spontaneo all'insigne Reliquia della SS. Sindone che Torino ha la fortuna di possedere; e nacque il desiderio di una nuova Ostensione. Il 9 corrente mese esposi questa intenzione al S. Padre, ed Egli non solo approvò, ma aggiunse esser suo desiderio che nell'Anno Santo fossero venerate in modo particolarissimo le S. Reliquie della Passione.
Mi feci quindi animo per chiedere a Sua Maestà il re il permesso di una nuova Ostensione: mi accolse benevolmente mercoledì 11, e sentita la mia richiesta apprezzò il significato spiritualissimo della ricorrenza centenaria che per la prima volta veniva commemorata, e promise di prendere in considerazione la domanda, che rispondeva a un desiderio ben giusto ed universale. Oggi mi faceva comunicare il Suo Augusto Assenso all'Ostensione eccezionale della SS. Sindone.
Nel darvi questa consolante notizia io sono sicuro di interpretare i vostri sentimenti coll'esprimere a Sua Maestà il nostro amato Sovrano la comune gratitudine per la grazia accordataci. Non posso ancora precisare la data ed i particolari della nuova Ostensione, essendo in corso accordi col Ministero della Real casa e colle Autorità locali perché l'avvenimento abbia a svolgersi con quella serenità e quel raccoglimento che la preziosità della Reliquia e la ricorrenza dell'Anno Santo richiedono. Preparate intanto gli animi vostri a godere i frutti spirituali di questo segnalato favore, onde si possano raggiungere gli scopi che il S. Padre ha proposto nell'invitare i cattolici di tutto il mondo a celebrare il XIX Centenario della redenzione. Ho fiducia che anche da altre nazioni abbiano a convenire pellegrini per prostrarsi davanti alla SS. Sindone e pregare insieme con noi, perché per i meriti del Sangue di Gesù e di tanti suoi dolori, di cui la Sindone è eloquente testimonianza, Dio Padre abbia a concedere all'umanità la pace che da anni sospira, e quell'accordo tra i popoli che è condizione essenziale per il ritorno alla normale convivenza.
Pegno delle celesti grazie che dall'ostensione della SS. Sindone ne verranno alla Città e Diocesi sia la benedizione, che di gran cuore vi imparto.
 
Il Cardinale Maurilio Fossati