Santa Sindone

sito ufficiale



 Santa Sindone » News e Info » Archivio news » Presentati al Maria Adelaide gli "Accueil" per malati e disabili 
Presentati al Maria Adelaide gli "Accueil" per malati e disabili   versione testuale
Il 28 marzo con l'Arcivescovo






Duecento volontari - tra medici, infermieri e altri addetti – e locali attrezzati in due strutture ospedaliere per ospitare e garantire la necessaria assistenza ai malati e ai disabili che giungono a Torino per vedere la Sindone e desiderano fermarsi almeno una notte in città.
 
Nella preparazione dell’Ostensione un'attenzione speciale è riservata alle persone malate o con disabilità, che si concretizza anche nelle modalità dell'accoglienza con la realizzazione di due Accueil, sul modello di Lourdes. Un’iniziativa pensata allo scopo di consentire ai pellegrini (malati e accompagnatori) di poter, come detto, dormire almeno una notte in città e organizzare la visita alla Sindone senza le fatiche di un viaggio in giornata.
 
«Questi due spazi – ha ricordato don Marco Brunetti, direttore della Pastorale della Salute, alla presentazione degli Accueil il 28 marzo al Maria Adelaide alla presenza dell'Arcivescovo mons. Nosiglia - per l'intero periodo dell’Ostensione (dal 19 aprile al 24 giugno), mettono a disposizione 70 posti letto con servizi di pernottamento, colazione, pranzo, cena, personale volontario 24 ore su 24 e assistenza medica. Un bell'esempio di collaborazione tra tante realtà che mette davvero al centro l'ammalato».
 
Un'attenzione verso le persone più in difficoltà che rappresenta anche un valore per la città come ha ricordato il vicesindaco Elide Tisi, presidente del Comitato organizzatore dell'Ostensione della Sindone che ha richiamato l'impegno e la disponibilità dei volontari e di tanti sostenitori e sposnsor che a vario titolo stanno contribuendo ad «un'Ostensione che sicuramente lascerà il segno».
 
Gli Accueil si trovano poco distante dalla cattedrale di San Giovanni Battista, nell'ospedale Maria Adelaide e al Cottolengo e offrono ospitalità a prezzi contenuti, grazie anche ad una convenzione sottoscritta tra Arcidiocesi di Torino con la Pastorale della Salute, Comitato organizzatore dell’Ostensione e Città della Salute.
 
Ad oggi sono 400 le persone che hanno prenotato per passare la notte nei due Accueil e altri pellegrini potranno farlo attraverso la pagina “Malati e Disabili” di questo sito. 
 
Ospitalità, ma solo nelle ore diurne, è offerta in altri quattro luoghi dove malati e disabili trovano un posto attrezzato in cui consumare i pasti (anche al sacco), riposare e utilizzare i servizi igienici. Oltre alla Piccola Casa della Divina Provvidenza – Cottolengo che funziona anche da accueil, sono a disposizione dei pellegrini il Santuario di Maria Ausiliatrice – Valdocco, il Santuario della Consolata e la sede del Sermig a Borgo Dora.
 
A malati e disabili è anche riservata una corsia “prioritaria” per la visita alla Sindone. Tutti i giorni dell’Ostensione sono disponibili volontari accompagnatori e sedie a rotelle e, ogni mercoledì, dalle ore 14 alle ore 17.30, i pellegrini con particolari problemi potranno avvicinarsi alla Sindone seguendo un percorso breve che parte dalla piazzetta Reale (300 metri invece degli 850 metri di quello allestito per tutti gli altri pellegrini) con accesso auto riservato.
 
Per prenotare la visita con il percorso ridotto è indispensabile telefonare al call center dell’Ostensione al numero 011.5295550 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19, il sabato dalle 9 alle 14). Per informazioni ed esigenze particolari contattare la Segreteria “Malati e Disabili”: tel. 011.5395518 (attivo il mercoledì dalle 14 alle 17.30), mail malati.disabili@sindone.org
 
I due Accueil sono: 
  • Accueil Maria Adelaide, con 40 posti letto
    lungodora Firenze, 87
  • Accueil Cottolengo, con 30 posti letto
    via San Giuseppe Benedetto Cottolengo, 13/A
 
Le strutture che offrono ospitalità diurna sono: 
 
 
Vedi ancora: