Santa Sindone

sito ufficiale



 Santa Sindone » News e Info » Eventi » I luoghi dell’Ostensione a Palazzo Reale 
I luoghi dell’Ostensione a Palazzo Reale   versione testuale
La principessa Maria Gabriella di Savoia all’inaugurazione






La principessa Maria Gabriella di Savoia è stata l’ospite d’onore all'inaugurazione – il 21 aprile - della mostra «I luoghi di Ostensione nei secoli». In qualità di Presidente della Fondazione Umberto II e Maria José di Savoia, Maria Gabriella, accompagnata dalla figlia Elisabeth de Balcany, ha particolarmente apprezzato la rassegna, che organizzata da Palazzo Reale in collaborazione con Pralormo Design e curata dagli architetti Maria Carla Visconti e Enrico Edoardo Barbero, rimarrà aperta a Palazzo Reale sino al 24 giugno. La stessa principessa ha peraltro dato un suo contributo personale alla vetrina mettendo a disposizione alcune sue rappresentazioni storiche dell'Ostensione. «Vi ringrazio per questa iniziativa - ha osservato Maria Gabriella - Un progetto che onora la memoria mio padre».

Molto devoto alla Sindone, Umberto II di Savoia aveva già cominciato in vita a imbastire una collezione di testimonianze d’arte ispirate alla Sindone. «Molte andarono distrutte dai bombardamenti durante la guerra – ha ricordato la principessa Maria Gabriella – Mio padre però ne raccolse altre più tardi, negli anni dell’esilio». E queste hanno costituito il nucleo centrale di una collezione di oltre 11 mila pezzi – di cui cento dedicate al Lino - a cui la stessa principessa di sta dedicando. «I Savoia si sono sempre prodigati per salvare la Sindone nelle sue avventurose vicende. E la prova del nostro impegno è che la Sindone è ancora qui, nel Duomo di Torino, offerta alla nostra contemplazione».

«Tra i Savoia e il Sacro Telo c’è un legame forte – ha riconosciuto monsignor Giuseppe Ghiberti, presidente onorario della Commissione diocesana per la Sindone – Gesù nell’«Ultima Cena» ha esortato i discepoli a rinnovare la sua presenza con la memoria dei suoi gesti. Ed è questa memoria che Umberto II ha voluto preservare con la Sindone».

A Palazzo Reale sono 4 le incisioni sulla Sindone che arricchiscono il consueto repertorio di oggetti in mostra. Opere d’arte e di devozione. «La rassegna si inserisce nelle iniziative organizzate in occasione dell’esposizione del Lino – ha fatto presente Maurizio Baradello, direttore del Comitato organizzatore dell’Ostensione 2015 – E qui a Palazzo Reale, in un luogo tanto prossimo al Duomo, è tanto più emblematica del legame tra il territorio e il Telo».

Per informazioni: www.ilpalazzorealeditorino.it

 
Vedi ancora: