Santa Sindone

sito ufficiale



 Santa Sindone » Ostensioni » 2013 » Liturgia » Testimonianze di malati di fronte alla Sindone 
Testimonianze di malati di fronte alla Sindone   versione testuale



1° Testimonianza: La fede, nell’ora della prova (don Domenico Allemandi)
 
Sono davanti a te, Gesù.
Contemplo l’icona del tuo dolore,
che tu hai voluto impressa con il tuo sangue,
perché, nel tempo, rimanesse visibile il segno del tuo amore.
Il mio sguardo si ferma sul tuo volto:
un volto sfigurato dal sangue,
che tuttavia emana dolcezza e infonde sollievo
al cuore dell’uomo provato dal dolore.
Contemplando il tuo Volto e le tue ferite,
sento in me la mia piccola eppur faticosa sofferenza,
che mi inchioda ad una sedia e mi tiene disteso sul letto.
La offro a Te, perché diventi Tua e mi dia serenità e pace.
Offro la sofferenza, molto più pesante della mia,
di tante persone che faticano ad accettare
o si ribellano ad un vivere privo del conforto di Cristo.
Accogli, o Cristo, questa mia breve preghiera,
e donami di stare sempre unito a Te, nell’ora della prova.
 
 
2° Testimonianza: la Sindone, motivo di speranza (Maria Magnino)
 
Davanti alla Sindone,
io ti dico: Grazie, Signore Gesù,
perché hai deciso di rimanere con noi nel segno della tua Croce.
Grazie, perché l’amore rivelato con la tua passione
arde per sempre nell’oscurità del male e della sofferenza.
O Signore, ci sorprende la dura fatica della storia,
con domande inquietanti, che turbano la nostra debole fede:
perché il male nel mondo? Perché la mia sofferenza?
Ho paura della croce, o Signore,
quella che mortifica l’infinito desiderio di gioia.
Mi assale la stanchezza del cammino percorso,
viene meno la speranza sui sentieri bui del dubbio e della lotta,
di fronte ad una croce, la mia, senza la gioia della tua Pasqua,
e di fronte alle gioie del mondo senza la tua Croce.
Ho bisogno di Te, o Signore, per imparare parole e gesti
che tu solo sai donarci con il tuo amore:
per vivere riconciliati nel perdono,
per seminare la gioia nella sofferenza,
per essere compagni di viaggio con chi fa fatica,
segno di una storia di amore che tu sai scrivere nel cuore di ogni uomo.
 
 
3° Testimonianza: l’amore che vince il male (Rocco Peloso)
 
Anche io, Signore,
davanti alla Sindone,
vengo a renderti grazie,
perché attraverso il servizio di volontariato,
sperimento la bellezza di donarmi agli altri,
e la gioia di ricevere tanto amore dagli ammalati che incontro.
Attraverso il mio donarmi desidero cantare al mondo
che tu sei “ Amore, Gioia, Vita”!
Donami la fede, per essere Speranza
Donami la tua Luce, per essere Luce
Donami la tua Gioia, per essere Gioia
Donami il tuo Cuore, per essere Amore.